Obiettivo work-life balance

Nel nuovo contratto integrativo aziendale di Loro Piana particolare attenzione è rivolta alla conciliazione tra vita e lavoro e alle esigenze familiari e personali dei lavoratori, senza dimenticare la formazione.

benessere

di Laura Reggiani |

Azienda operante nel settore dei beni di lusso, attiva nella lavorazione del cashmere, della vigogna e della lane extrafini, acquisita nel 2013 dalla multinazionale francese del lusso LVMH, Loro Piana ha siglato lo scorso settembre con le Organizzazioni Sindacali l’ipotesi di nuovo contratto integrativo aziendale. Il nuovo contratto riguarda tutti i dipendenti di Loro Piana che lavorano negli uffici di Milano, Borgosesia e Quarona, oltre che negli stabilimenti produttivi italiani, inclusi quelli facenti parte della controllata Manifattura Loro Piana.

Lo strumento della flessibilità

Tra gli aspetti che maggiormente caratterizzano il nuovo contratto integrativo c’è l’introduzione di nuovi strumenti di flessibilità che hanno l’obiettivo di bilanciare la vita professionale con quella personale.

Tra questi, ad esempio, un pacchetto di permessi aggiuntivi, pensato per bilanciare in modo sostenibile e strutturale il naturale bisogno di flessibilità dei dipendenti nella gestione degli impegni personali con l’esigenza di continuità e di programmazione delle attività aziendali. In questa logica e con la finalità di facilitare il rientro al lavoro dei genitori dopo la nascita di un figlio, sono inoltre stati introdotti permessi speciali per l’inserimento del figlio al nido e alla scuola d’infanzia, oltre a un sistema di supporto nell’organizzazione dei turni lavorativi. Altra novità importante riguarda l’estensione delle tutele previste dalla legge e dal contratto collettivo: il congedo matrimoniale alle coppie conviventi e a quelle che hanno contratto matrimonio all’estero, la piena equiparazione del partner nella fruizione del congedo di paternità – indipendentemente dal genere – che viene portato a 15 giorni, e anche il raddoppio dell’aspettativa retribuita prevista per i casi di violenza di genere.

L’impresa come comunità solidale

Alla luce di una concezione d’impresa che interpreta l’azienda come una comunità solidale, la cui coesione si alimenta anche attraverso il sostegno reciproco, è stata inoltre introdotta la Banca ore solidale, rivolta ai dipendenti che si trovino ad affrontare particolari difficoltà e problematiche, attraverso la cessione di ore di ferie da parte dei colleghi, alla quale l’azienda contribuirà in pari misura.

Formazione per la crescita

La formazione continua ad essere un elemento centrale per la crescita aziendale: sono infatti raddoppiati a 200 ore retribuite i permessi per studio e riconfermato l’impegno alla tutela della professionalità e dell’artigianalità attraverso l’Accademia dei Mestieri Loro Piana.

L’importanza del welfare

Le principali novità in relazione agli aspetti economici riguardano invece il ridisegno dei Premi di Risultato collettivi, con l’introduzione di obiettivi coerenti con le sfide delle diverse aree di business e basati sul coinvolgimento dei lavoratori in programmi di miglioramento continuo. A questo si aggiunge l’istituzione di un Premio Aziendale mirato a creare ingaggio e partecipazione ai risultati collettivi e alla vita aziendale. Diventa centrale nel nuovo accordo il welfare aziendale che istituisce la possibilità di convertire i premi economici in flexible benefit, con notevoli vantaggi per i lavoratori.

Infine, si arricchisce ulteriormente l’offerta di servizi di “Noi di Loro Piana”, il portale di welfare aziendale, con nuovi strumenti assicurativi e previdenziali, oltre che con l’assegnazione di un wallet per la nascita di 250 euro per ogni neo-genitore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qua il tuo nome