Alcuni Fondi Pensione negoziali

La Bilateralità, attraverso i Fondi Pensione Negoziali, offre ai lavoratori uno strumento importante per garantire il proprio Tfr e renderlo un elemento utile e duraturo.

fondi pensione

I Fondi pensione negoziali

Proponiamo una rassegna dei primi dieci Fondi pensione negoziali classificati in base alle posizioni in essere riportate nella Relazione della Covip per il 2018. Per posizioni in essere si intende il numero di rapporti di partecipazione a una determinata data che risultano accesi dai singoli individui presso una o più forme di previdenza complementare; la somma delle posizioni in essere equivale al numero di iscritti considerati al lordo delle adesioni multiple.

PREVEDI

È il Fondo Pensione per i lavoratori delle imprese del settore edile e ha sede a Roma. È costituito dalle organizzazioni nazionali sindacali Fillea-Cgil, Filca-Cisl, Feneal-Uil e dalle associazioni nazionali imprenditoriali del settore edile industriale e artigiano Ance, Anaepa-Confartigianato, Anse-Assoedili-Cna, Fiae-Casa, Claai.

Tutti i lavoratori soggetti ai Ccnl Edili-Industria, Edili-Artigianato e Edili-Aniem-Anier sono iscritti al Fondo grazie a un apposito contributo a carico del solo datore di lavoro. Questo contributo contrattuale può essere integrato dal lavoratore stesso in qualsiasi momento.

Le contribuzioni versate sono valorizzate secondo due tipi di comparti di investimento: Bilanciato e Sicurezza. Il comparto Bilanciato è indicato per il lavoratore non prossimo al pensionamento e con una media propensione al rischio ed è gestito da Banor SIM, Generali Investments Europe SpA e HSBC Global Asset Management.

Il comparto Sicurezza è invece indicato per il lavoratore prossimo al pensionamento, che prevede di incassare la posizione previdenziale entro cinque anni, o con una propensione al rischio molto bassa. Il Tfr tacitamente destinato a Prevedi è investito nel comparto Sicurezza.

Posizioni: 838.133
Banca Depositaria: Bnp Paribas Securities Services
Presidente: Orlando Saibene

COMETA | 

Con sede a Milano, è il Fondo Nazionale Pensione Complementare per i lavoratori dell’industria metalmeccanica, dell’installazione di impianti e dei settori affini e per i lavoratori dipendenti del settore orafo e argentiero, nato nel 1997 con un accordo tra le organizzazioni di categoria delle imprese (Federmeccanica, Assistal e Intersind) e dei lavoratori (Fim, Fiom, Uilm e Fismic).

Le contribuzioni versate nel Fondo sono gestite secondo quattro diversi comparti, all’interno dei quali gli investimenti sono ripartiti in diverse percentuali tra azioni e obbligazioni: Reddito, Crescita, Monetario Plus e Sicurezza 2015. Reddito è il comparto di ingresso, con un rischio contenuto, ed è gestito da Allianz Global Investors, BlackRock Investment Management, Candriam Investors Group, Credit Suisse, State Street Global Advisors. Crescita, gestito da BlackRock Invest- ment Management e Candriam Investors Group, è il comparto indicato per lavoratori con la prospettiva di un lungo periodo di permanenza nel comparto, che intendono ottenere un’elevata prestazione pensionistica complementare.

Moneta è indicato per gli aderenti prossimi al pensionamento, nel quale l’investimento è finalizzato alla conservazione del capitale; la gestione di questo comparto è affidata a Allianz Global Investors GmbH, Eurizon Capital SGR S.p.A e Groupama Asset Management. Sicurezza 2015, infine, è il comparto garantito che accoglie il Tfr degli iscritti in via tacita ed è gestito da UnipolSai Assicurazioni.

Posizioni: 410.316
Banca Depositaria: Bnp Paribas Securities Services
Presidente: Oreste Gallo

Fon.Te. |

È il Fondo pensione complementare a capitalizzazione per i lavoratori del commercio, del turismo e dei servizi e ha sede a Roma.

È nato dall’Accordo collettivo nazionale stipulato tra Confcommercio e Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, UilTuCS-Uil nel 1996 e da quello tra Federalberghi, Fipe, Faita, Fiavet e Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, UilTuCS-Uil del 1999, che ha formalizzato l’adesione al Fondo del settore turismo. Le risorse versate al Fondo sono investite in azioni, titoli di Stato, obbligazioni societarie, quote di fondi comuni di investimento, con diverse modalità a seconda dei comparti Conservativo, Sviluppo, Crescita, Dinamico.

Il comparto Conservativo è destinato prevalentemente ad accogliere il conferimento tacito del Tfr e si caratterizza per una politica di investimento più prudenziale; è gestito da Intesa San Paolo Vita e Unipol Assicurazioni.

Un grado di rischio medio è invece quello del comparto Sviluppo, per il quale hanno mandato di gestione diverse società: Credit Suisse, Axa Investment Managers Paris, Groupama Asset Management, Eurizon Capital Sgr, Payden & Rygel Global, Amundi Asset Ma- nagement, Pimco Deutschland e Anima sgr. Il comparto Crescita ha un profilo di rischio medio/alto ed è gestito da Groupama Asset Management e Candrian Belgium. Il comparto Dinamico, infine, è quello con un orizzonte temporale lungo, oltre i 15 anni, e un grado di rischio alto. A gestirlo sono Eurizon Capital Sgr e Anima Sgr.

Posizioni: 219.677
Banca Depositaria: Société Generale Securities Services
Presidente: Maurizio Grifoni

Fonchim

È il Fondo nato dalla contrattazione collettiva del settore chimico-farmaceutico al quale, hanno aderito, in seguito, anche i settori Gpl, Vetro, Lampade e Cinescopi, Coibenti e Minero-metallurgico. Fino al 31 dicembre 2002 Fonchim era un Fondo monocomparto bilanciato obbligazionario (70% obbligazioni e 30% azioni), ma dal 2003 le linee di investimento si sono diversificate e, attualmente, i comparti tra i quali gli aderenti possono scegliere sono tre: Stabilità (70% obbligazioni e 30% azioni), gestito da Groupama Sgr, Ostrum Asset Management France, Eurizon Capital, Generali Investments Italy, Payden & Rygel Global, BlackRock Investment Management, Axa Investment Managers Italia, Anima Sgr e State Street Global Advisors; Crescita (40% obbligazioni e 60% azioni), gestito da Anima Sgr e Credit Suisse, e Garantito (95% obbligazioni e 5% azioni), gestito da Amundi Sgr. Il Fondo ha sede a Milano.

Posizioni: 158.443
Banca Depositaria: Depobank – Banca Depositaria Italiana
Presidente: Giacomo Berni

Laborfonds |

È il Fondo per i lavoratori dipendenti da datori di lavoro che operano nel territorio del Trentino-Alto Adige e ha sede a Bolzano. È stato istituito dalle parti sociali (sindacati e associazioni di categoria) con il sostegno della Regione Trentino-Alto Adige il 2 aprile 1998 e la sua operatività è stata autorizzata con delibera Covip il 19 aprile 2000.

È di proprietà dei suoi aderenti. Le contribuzioni sono gestite su quattro linee di investimento: Garantita, Prudente-Etica, Bilanciata e Dinamica. A gestire i diversi comparti sono Amundi Sgr, Allianz Global Investors, Eurizon Capital e BlackRock.

Posizioni: 121.255
Banca Depositaria: State Street Bank International
Presidente: Werner Gramm

Previdenza Cooperativa |

È il Fondo pensione negoziale dei Lavoratori, Soci e Dipendenti, delle Imprese Cooperative e dei lavoratori dipendenti addetti ai lavori di sistemazione idraulico-forestale e idraulico-agraria, nato a Roma nel 2018 dalla fusione dei tre precedenti fondi pensione del sistema cooperativo.

È stato costituito da Associazione Generale Cooperative Italiane, Confcooperative, Legacoop, Cgil, Cisl e Uil e prevede tre comparti per l’investimento delle contribuzioni: Sicuro, gestito da UnipolSai Assicurazioni; Bilanciato, gestito da AXA Investment Managers, Eurizon Capital Sgr, Schroders Investment Management, UnipolSai Assicurazioni con delega per la componente azionaria a J.P. Morgan Asset Management, Generali Insurance Asset Management e Blackrock; Dinamico, gestito da Anima Sgr e Schroeders Investment Management.

Posizioni: 111.027
Banca Depositaria: State Street Bank International
Presidente: Stefano Dall’Ara

Priamo | 

È il Fondo riservato ai lavoratori dipendenti addetti ai servizi di Tra sporto Pubblico e ai lavoratori dei settori affini, istituito a Roma con l’accordo nazionale del 23 aprile del 1998, sottoscritto da Federtrasporti, Fenit, Anac e Filt (CGIL), Fit (CISL), UilTrasporti (Federtrasporti e Fenit sono dal 2001 riunite in Asstra, mentre Anac dal 2000 si è fusa con Enac e ha dato vita ad Anav, ndr).

Gli aderenti possono scegliere fra tre comparti: Garantito Protezione, Bilanciato Prudenza e Bilanciato Sviluppo. Nel comparto Garantito Protezione, per il quale il mandato di gestione è affidato ad Amundi Asset Management, rientrano anche i flussi di Tfr conferiti tacitamente al Fondo.

Il comparto Bilanciato Prudenza è un obbligazionario misto, ed è gestito da Candriam Investors Group per la parte obbligazionaria e da State Street Global Advisors Limited per la componente azionaria. Il comparto Bilanciato Sviluppo prevede investimenti azionari per circa il 35% del totale investito. La sua gestione è affidata a più soggetti: Eurizon Capital Sgr, Invesco Asset Management, Amundi Sgr, Fidelity International, Union Bancaire Gestion In- stitutionelle, Candriam Investors Group, State Street Global Advisors Limit, Fondo Italiano d’Investimento.

Posizioni: 105.828
Banca Depositaria: Bnp Paribas Securities Services
Presidente: Nicola Settimo

Espero |

È il Fondo dei lavoratori della scuola nato a seguito dell’emanazione dell’accordo istitutivo del 14 marzo 2001 fra le Organizzazioni Sindacali del settore (Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals-Confsal, Gilda-Unams, Cida) e l’Aran e del successivo atto costitutivo del 17 novembre 2003.

Ha sede a Roma ed è strutturato in due comparti di investimento: Garanzia e Crescita. La politica di investimento del comparto Garanzia, gestito da UnipolSai Assicurazioni, si basa prevalentemente su titoli obbligazionari di breve/media durata e su una componente residuale di azioni; Crescita include titoli di debito e altre attività di natura obbligazionaria, titoli azionari quotati, investimento in Organismi di investimento collettivo del risparmio, Titoli di Stato e prevede il ricorso a derivati, con finalità di copertura di rischio. Gestori del comparto sono Groupama, Vontobel, State Street, Allianz, Epsilon.

Posizioni: 100.355
Banca Depositaria: Depobank – Banca Depositaria Italiana
Presidente: Massimo Di Menna

Fondoposte |

Con sede a Roma è il Fondo per i lavoratori dipendenti al cui rapporto di lavoro si applica il Ccnl per il personale non dirigente di Poste italiane e per i lavoratori delle Società controllate da quest’ultima. Costituito il 31 luglio 2002 , è strutturato in due comparti differenziati per profili di rischio e di rendimento: Garantito, gestito da Generali Insurance Asset Management Sgr, e Bilanciato, gestito da Eurizon Capital Sgr, Anima Sgr, Axa Investment Managers Paris, HSBC Global Asset Management, Pimco Deutschland.

Posizioni: 96.132
Banca Depositaria:
 Bnp Paribas Securities Services
Presidente: Antonio Nardacci

Solidarietà Veneto |

Nato nel 1990, primo fondo territoriale in Italia, è promosso e amministrato dai rappresentanti dei lavoratori (Cisl, Uil) e dei datori di lavoro (Confindustria, Confapi, Confartigianato, CNA, Casartigiani e Federclaai) del Veneto.

Possono associarsi al Fondo lavoratori dipendenti dei settori industria, piccola industria, artigianato, operai agricoli e florovivaisti, imprenditori artigiani e loro collaboratori familiari, lavoratori atipici e interinali, liberi professionisti, coltivatori diretti, familiari a carico degli iscritti e pensionati di “anzianità”.

I comparti sono quattro – Dinamico, Reddito,  Prudente e Garantito TFR. Dal 1° gennaio 2020 è attivo il Piano Previdenziale Ideale (PPI), un’opzione di investimento che punta a neutralizzare il rischio “timing” e comprimere la volatilità.

Posizioni: 105.327 (dato aggiornato al 30/04/2020)
Banca Depositaria: State Street Bank International
Presidente: Franco Lorenzon


Potrebbe interessarti anche:

Quando la previdenza va integrata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.