Dove inizia il futuro?

Quali sono gli sviluppi prossimi venturi in campo tecnologico e commerciale e quale sarà il loro impatto sulla nostra società? Philip Larrey esplora le conseguenze dell’avvento di una nuova era digitale, conversando con personaggi chiave della società.

Copertina del libro
"Dove inizia il futuro", un libro di Philip Larrey.

a cura di Cleopatra Gatti |

Riuscire a stare al passo con l’evoluzione delle tecnologie digitali sembra essere diventata una corsa contro il tempo.

Molte idee che solo quindici anni fa sembravano fantascienza sono ormai una realtà: le macchine eseguono mansioni complesse in tempi sempre più rapidi, flotte di droni sono impiegate per le consegne a domicilio, e le automobili a guida autonoma stanno per fare il loro ingresso sul mercato. Le ricerche sull’intelligenza artificiale lavorano alla messa a punto di software in grado di sfuggire al controllo umano, e la realizzazione di una “superintelligenza” completamente autonoma non è lontana, tanto che sono in molti a essersi pronunciati sugli eventuali rischi legati all’utilizzo di dispositivi dotati di una qualche forma di consapevolezza, una delle qualità più sofisticate ed esclusive della mente umana.

Conversazioni con i protagonisti della rivoluzione digitale

Da sempre interessato all’impatto della tecnologia digitale sulla società e sulla vita di tutti noi, Philip Larrey, docente di filosofia presso la Pontificia Università Lateranense, ha avuto la possibilità di conversare con alcuni dei protagonisti della «quarta rivoluzione industriale» per approfondire il ricco e controverso dibattito sull’era digitale. Big data, privacy, sicurezza, etica e lavoro sono solo alcune delle questioni affrontate dai quindici intervistati, tra cui figurano Eric Schmidt, amministratore delegato di Alphabet, Carlo D’Asaro Biondo, presidente delle relazioni di Google per l’area Emea, e Maurice Lévy, direttore di Publicis Groupe. I filosofi, ingegneri, giornalisti, pubblicitari e piloti presenti in questo libro offrono considerazioni complesse e articolate, provocatorie, a tratti inconciliabili, ottimistiche o sfiduciate sulla tecnologia digitale e i suoi utilizzi. Il filo rosso che unisce i singoli interventi sembra però suggerirci che la direzione verso cui scegliamo di procedere dipende esclusivamente dalla nostra volontà.

Perché leggerlo

Più che offrirci delle risposte, “Dove inizia il futuro” ci consegna gli strumenti per porre le giuste domande a un mondo in costante cambiamento e riuscire a comprendere l’epoca in cui viviamo.

Chi l’ha scritto

Philip Larrey è docente di filosofia presso la Pontificia Università Lateranense. Sacerdote nella diocesi di Roma, da diversi anni si occupa di tecnologia ed era digitale. Sul tema ha già pubblicato Futuro ignoto. Conversazioni sulla nuova era digitale.

 


Titolo Dove inizia il futuro. Conversazioni su cosa ci aspetta con chi sta lavorando al nostro domani

Autore Philip Larrey

Editore Mondadori, 2018

Argomento Società

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.