Il futuro del lavoro è un foglio bianco da scrivere

"Il lavoro non finirà, sta cambiando radicalmente. Ricostruirne le architetture portanti è una sfida formidabile a cui tutti siamo chiamati". Lo spiega Marco Bentivogli nel libro "Indipendenti. Guida allo Smart Working"

lavoro Bentivogli libro

a cura di Greta Gironi |

Durante la pandemia lo smart working  è arrivato a coinvolgere più di 6 milioni di lavoratori. Per molti è stato un sogno, per altri un cottimo Digitale a 20 ore al giorno, per altri ancora si è trattato di riposo forzato.

Il “fai da te” di questi mesi è stato spesso deludente, ma lo Smart Working, in realtà, rappresenta una grande sfida di sostenibilità per riprendersi la vita e costruire un lavoro migliore. Una sfida che ha molto a che fare con la fiducia: il rapporto fra manager e lavoratore infatti si modifica, in quanto non più fondato sulla presenza fisica e sul numero delle ore di servizio, ma sui risultati ottenuti. Ma, soprattutto, sulla libertà e l’autonomia in opposizione alla cultura di “controllo” su cui si fondano gran parte delle organizzazioni.

Si tratta di un processo di innovazione dell’impresa e dell’organizzazione del lavoro, delle città, della vita. Per questo è importante che coinvolga tutti, per approdare insieme a un cambiamento culturale prima che organizzativo.

Per un lavoro davvero intelligente

Marco Bentivogli, sindacalista ed ex segretario della Fim Cisl, nel libro Indipendenti. Guida allo Smart Working” mette in luce i vantaggi del lavoro agile senza però trascurare i pericoli di un utilizzo improprio.

Si tratta di una guida pratica, che offre un percorso per realizzarlo nelle organizzazioni e indicazioni utili per regolare meglio diritti e doveri dello smart worker. Il messaggio che ne scaturisce è che lo Smart Working è un lavoro “intelligente” perché valorizza la reciprocità e trasferisce quote di responsabilità e libertà alle persone, favorendo il loro benessere e la produttività.

Chi l’ha scritto

Marco Bentivogli, 50 anni, nato a Conegliano in provincia di Treviso, ha trascorso una vita nei metalmeccanici della Cisl di cui è stato per 6 anni il segretario generale fino a quando, lo scorso luglio, non ha deciso di appendere la tuta blu al chiodo. Oggi osserva e commenta i cambiamenti della società e del lavoro dalle colonne dei principali giornali italiani. Ha pubblicato diversi libri: il primo “Abbiamo rovinato l’Italia? Perché non si può fare a meno  del sindacato”,  a cui è seguito “Contrordine Compagni. Manuale di resistenza alla tecnofobia per la riscossa del lavoro e dell’Italia”.


Titolo Indipendenti. Guida allo Smart Working
Autore Marco Bentivogli
Editore Rubettino, 2020
Argomento Saggio