Ibm: come superare lo “skill gap” nelle piccole imprese

ibm

Da inizio settembre è in servizio una nuova piattaforma di apprendimento digitale pensata da Ibm per fornire nuove risorse formative alle piccole e medie imprese italiane.

Si tratta dell’iniziativa SkillsBuild Reignite per l’Italia, con cui Ibm – affiancata da Intesa Sanpaolo, Jones Day, Fondazione Human Age Institute, Geosmartcampus, Burning Glass Technologies, Experis e Cisco – mette a disposizione delle Pmi, e di quanti sono alla ricerca di un nuovo lavoro, la formazione utile al superamento del cosiddetto “skill gap”.

Appuntamenti con le tematiche digitali

Centottanta webinar sui temi del digitale e oltre 200 corsi di aggiornamento professionale, pari a un migliaio di ore di apprendimento pro capite, sono fruibili dalla piattaforma, in  italiano e in inglese, senza alcun costo.

Gli webinar si focalizzano su quattro diversi percorsi (finanza, risorse umane, adempimenti legali e digitale), mentre i corsi riguardano i temi della trasformazione digitale, dalla cybersecurity alla data science, del design thinking e della strategia di business, inclusi aspetti come la gestione del rischio e gli strumenti finanziari.

Enrico Cereda, presidente e AD di Ibm Italia, ha così commentato: “Le piccole e medie imprese, ossatura del sistema Paese, hanno bisogno di skill continuamente aggiornate, specie in questo delicato momento storico”.