Documenti e indicazioni per l’esposizione a radiazioni ionizzanti

radiazioni ionizzanti

a cura di Tiziano Menduto |

Con riferimento alla normativa attualmente vigente e in relazione al recepimento della Direttiva europea 2013/59/Euratom che stabilisce norme di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti, presentiamo alcuni documenti e materiali utili per migliorare la prevenzione nei luoghi di lavoro.

Informazioni sulla bonifica nei siti contaminati da radiazioni ionizzanti

Un documento pubblicato dall’Inail nel 2016 e reperibile sul sito Inail è “Il rischio fisico nel settore della bonifica dei siti industriali di origine non nucleare contaminati da radiazioni ionizzanti”. Il documento si sofferma in particolare sui cosiddetti “Norm” (Naturally Occurring Radioactive Materials) materiali generalmente non considerati radioattivi, ma che contengono radionuclidi naturali in concentrazioni superiori alla media della crosta terrestre e che costituiscono la materia prima, il prodotto o il residuo della lavorazione di numerose attività industriali.

Il documento ha l’obiettivo di fornire le conoscenze necessarie a garantire la sicurezza nelle attività lavorative con radiazioni ionizzanti nel settore industriale non nucleare, evitando la dispersione e la contaminazione ambientale e, quindi, la possibilità di insorgenza di un danno sanitario sull’operatore.

Gli operatori sanitari, le radiazioni ionizzanti e la risonanza magnetica

La Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (Contarp) dell’Inail ha realizzato qualche anno fa, ed è ancora reperibile in rete, una specifica indagine dal titolo “Indagine sulla esposizione a radiazioni ionizzanti degli operatori sanitari”, a cura di S. Busonero, G. Giannettino, M. Muratore, G. Spadaccino.

Ricordiamo anche la pubblicazione del factsheet, elaborato dall’Inail, dal titolo “Le attività autorizzative ed ispettive nell’ambito delle radiazioni ionizzanti e della risonanza magnetica”.

Gli aspetti assicurativi e il riconoscimento dei tumori professionali

Un’altra pubblicazione a cura dell’Inail si intitola “Radiazioni ionizzanti – Considerazioni tecniche sugli aspetti assicurativi e sul riconoscimento dei tumori professionali”. Il documento non solo riporta informazioni generali sulle radiazioni ionizzanti, sul loro utilizzo e i danni per la salute, ma anche informazioni sulla normativa in generale e su quella assicurativa in particolare.

La documentazione fornita dal Portale Agenti Fisici

Ricordiamo, infine, che il Portale Agenti Fisici (PAF) – uno strumento nato per facilitare la valutazione del rischio da agenti fisici e arrivare a soluzioni concrete per la sicurezza – si sofferma ampiamente sia sulle radiazioni ionizzanti artificiali che sulle radiazioni ionizzanti naturali e mette a disposizione, in rete, molta documentazione aggiornata sul tema.