I Fondi Sanitari e le forme di assistenza disponibili

mani di un dottore con camice che stringono un cuore rosso di legno con disegnata sopra una croce bianca, stetoscopio

di Laura Reggiani |

L’assistenza sanitaria integrativa viene generalmente offerta da enti di natura diversa, come i Fondi Sanitari, le Società di mutuo soccorso e le Compagnie assicurative che offrono prestazioni integrative, aggiuntive e persino sostitutive di quelle del Ssn. Queste forme rientrano tra i cosiddetti fondi “non doc” (o fondi sostitutivi), vale a dire Enti, casse o società di mutuo soccorso avente esclusivamente fini assistenziali i cui ambiti di copertura possono sovrapporsi a tutti gli effetti a quelli del Ssn.

Diverso invece il caso dei cosiddetti fondi “doc” (o fondi puramente integrativi) che erogano solo prestazioni integrative del Ssn (prestazioni socio-sanitarie domiciliari; prestazioni finalizzate al recupero del pieno stato di salute, prestazioni di assistenza odontoiatrica). In tutte le sue possibili forme, la sanità integrativa si pone l’obiettivo di offrire servizi, attività e prestazioni socio-sanitarie che vanno a rafforzare e completare quelle offerte dal Ssn.

I fondi sostitutivi

I Fondi sanitari – Sono entità no profit, costituite con accordi collettivi, dotati di propri organi di amministrazione e struttura gestionale. Rientrano nell’ambito della cosiddetta sanità integrativa di “carattere negoziale”. Possono essere rivolti ai dipendenti di un’azienda, agli appartenenti a uno specifico gruppo di persone o a una specifica categoria professionale, così come ai residenti in un determinato territorio.

Le Società di mutuo soccorso – Sono associazioni nate nell’Ottocento per sopperire alle carenze dello Stato Sociale e aiutare i lavoratori in caso di incidenti sul lavoro, malattia o perdita del posto. A differenza dei Fondi sanitari sono aperte all’adesione libera, individuale e volontaria di tutti, e non sono destinate a una specifica categoria di lavoratori.

Le Compagnie di assicurazione – Le assicurazioni offrono coperture assicurative che possono essere indirizzate sia alla protezione da grandi rischi sia all’eventualità di malattia e infortuni. Oltre a porsi come tutela per prestazioni integrative, tali polizze possono prevedere anche rimborsi e risarcimenti relativi alle eventuali perdite finanziarie dell’assicurato derivanti dalla malattia.


Leggi anche l’articolo sui dati del Ministero della Salute

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.