Nuovi profili professionali si adattano al cambiamento lavorativo

L'analisi rivela come rispondere alle nuove necessità tecnologiche dei diversi tipi di profili professionali per massimizzare la produttività all'interno delle aziende.

profili professionali

Poly, la compagnia che crea prodotti audio e video di qualità Premium, ha condotto un’analisi sulla trasformazione della maniera di lavorare e ha identificato sei profili di lavoratori a partire dai quali è possibile definire le nuove esigenze tecnologiche delle aziende.

La capacità delle imprese di riconoscere e adattarsi a questi nuovi target permetterà loro di essere più efficienti e produttive in un mondo sempre più caratterizzato da necessità specifiche, pandemie e nuovi modi di lavorare.

Uno studio rivela nuovi profili di dipendenti

Queste sei tipologie, che nell’insieme rappresentano il 92% dei profili presenti normalmente in un’azienda, hanno tratti distinti. Identificando le caratteristiche, i punti deboli e le necessità di comunicazione e collaborazione di ognuno di loro, le imprese saranno in grado di scegliere in maniera più efficiente i dispositivi e le tecnologie che meglio si adattino agli stili di lavoro e alle necessità dei loro dipendenti. Ciò, a sua volta, incrementerà la produttività aziendale e migliorerà l’esperienza dei lavoratori.

Il restante 8% degli impiegati che non fanno parte di queste categorie rientrano nel profilo di coloro le cui funzioni non richiedono tecnologie di comunicazione e collaborazione specifiche.

Jennifer Adams, senior sales experience e enablement director di Poly ha commentato: “Abbiamo studiato i profili dei dipendenti per quasi un decennio, ma non è mai stato così importante come oggi capire davvero le tipologie di professionisti all’interno delle aziende e come ottenere il meglio da ognuno di loro. Anche se questo studio è stato condotto durante la pandemia, crediamo che i cambiamenti comportamentali osservati sul posto di lavoro durante questi mesi siano venuti per restare. Identificarli e assicurarsi che tutti abbiano gli strumenti e i dispositivi giusti per massimizzare l’efficienza e la produttività è la chiave per creare team efficaci e di successo, sia ora che nei prossimi anni.”

I sei nuovi profili di lavoratori

  1. L’assistente d’ufficio

È il profilo professionale più elevato (27%) all’interno delle aziende che si caratterizza per uno stile tradizionale, con l’ufficio come luogo di lavoro preferito e la collaborazione come priorità. Le nuove tecnologie non rappresentano un problema per questi professionisti che, però, devono combattere costantemente con il rumore di fondo, tipico degli open space, e le distrazioni. Inoltre, devono far fronte alla necessità di poter lavorare contemporaneamente attraverso vari dispositivi (PC, telefono da scrivania, cellulare…). Secondo i risultati dello studio, è probabile che questo profilo diminuisca nei prossimi anni, grazie all’incremento del lavoro flessibile nelle imprese.

Per quanto riguarda le soluzioni più appropriate, gli assistenti d’ufficio utilizzano una media di 3,8 dispositivi differenti per realizzare il proprio lavoro: il computer è, di solito, il più usato (52% della giornata), seguito dallo smartphone (20%) e il telefono da scrivania (13%). Per questo profilo di lavoratori i prodotti più appropriati sono le cuffie inalambriche DECTTM, come le Savi 8200 Office, che offrono la possibilità di collegarsi a vari dispositivi contemporaneamente, e le webcam professionali per uso personale, come la nuova Studio P5 di Poly.

  1. Il lavoratore flessibile

Questo profilo non ha una luogo di lavoro fisso: alcuni giorni si collega da casa, altri va in in ufficio e alle volte viaggia per lavoro. Il 20% dei dipendenti appartiene alla categoria dei lavoratori flessibili che, soggetti a cambi costanti, ha bisogno di soluzioni che permettano di rimanere perfettamente collegati sia in ufficio sia quando ci si collega in remoto e in movimento. Tra i principali rischi che corrono i lavoratori flessibili ci sono la difficoltà di collaborare con i colleghi in maniera costante e la perdita di informazioni importanti. Di conseguenza, hanno bisogno di rimanere sempre connessi e di potersi collegare con più dispositivi per minimizzare questo rischio. La quantità di persone che appartengono a questo profilo è destinata a crescere man mano che il lavoro flessibile si estenda.

La mobilità è la caratteristica principale di questo tipo di utenti, che hanno bisogno di dispositivi facili da trasportare e installare. Per tanto, le soluzioni plug-and-play e di dimensioni ridotte – come le cuffie Bluetooth® Voyager 6200 UC e la webcam professionale Studio P5 di Poly – sono le preferite da questo tipo di pubblico.

  1. Il lavoratore da remoto

Nelle aziende di oggi il 15% del personale appartiene a questo segmento. A differenza del flexible worker, il lavoratore da remoto si connette principalmente da casa, avendo, quindi, ridotte opportunità di incontri presenziali con clienti e colleghi. Questo rende indispensabile dotare chi appartiene a questo profilo di vari dispositivi, sistemi di comunicazione unificata e tecnologie che facilitino la comunicazione a distanza, per aumentare l’efficienza e la produttività della collaborazione. È probabile che questo target continui a crescere nei prossimi anni come risultato dell’esperienza di telelavoro vissuta durante la pandemia.

A differenza degli altri profili, il lavoratore da remoto è quello che più rende lavorando da casa. Si sente a suo agio usando un PC o uno smartphone per connettersi alle riunioni e, più della metà della giornata, usa le funzioni video per collegarsi e collaborare con i colleghi. Per questo tipo di lavoratore gli auricolari stereo Bluetooth come il Voyager Focus UC o la barra video personale Studio P15 di Poly sono le soluzioni più appropriate per mantenere una comunicazione fluida, constante ed efficace.

  1. L’office comunicator

Coloro che appartengono a questo profilo preferiscono sistemi e dispositivi con cui hanno familiarità, come i telefoni fissi. Rappresentano il 13% del personale e tra le principali difficoltà che affrontano ci sono le distrazioni causate dalle interruzioni, il rumore di fondo e la mancanza di privacy durante le chiamate. Con l’ufficio come unico luogo di lavoro, questo è stato probabilmente uno dei profili più colpiti durante la pandemia, ed è uno dei gruppi più ansiosi di tornare alla normalità.

Per comunicare, questo tipo di profilo preferisce il telefono più che le videochiamata e le sale riunioni e cerca soluzioni facili da usare. Per questo, preferisce cuffie tradizionali, come le Poly Blackwire 8225, che siano comode, semplici e permettano di ascoltare ed essere ascoltati senza problemi.

  1. Il manager sempre connesso

Questi business manager appassionati di tecnologia rappresentano il 12% del personale di un’azienda. Si muovono spesso per assistere a riunioni importanti e risolvere problemi. Con uno stile di lavoro versatile, sono il profilo che utilizza più strumenti di comunicazione. Il loro problema, però, sono le distrazioni, le interruzioni e l’imprevedibile rumore di fondo.

Il loro ruolo di leader nelle riunioni e la mobilità che li caratterizza fa sì che richiedano soluzioni capaci di offrire un’esperienza audio e video della massima qualità in ogni contesto. Prodotti come le cuffie stereo Bluetooth® Voyager Focus UC e la videobar personale Studio P15 di Poly sono le soluzioni più adatte per il loro modo di lavorare.

  1. Il “re dell’asfalto”

Chi appartiene a questo profilo rappresenta il 5% del personale di un’azienda e si caratterizza per essere sempre in movimento, al punto che passa più della metà del tempo lavorando fuori dall’ufficio. I re dell’asfalto hanno bisogno di soluzioni portatili e facili da usare che eliminino il rumore e riducano il potenziale di perdita di affidabilità della connessione. La percentuale di lavoratori che appartengono a questa categoria rimarrà più o meno stabile con il ritorno alla normalità e continueranno a viaggiare, anche se in maniera meno frequente.

Per questo tipo di lavoratori, in constante movimento, soluzioni come le cuffie Poly Voyager 5200 UC di Poly dotate di caratteristiche audio professionali e della tecnologia Windsmart, che elimina il rumore di fondo, possono essere gli strumenti perfetti per una comunicazione efficace ovunque si trovino.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qua il tuo nome