Ripartiamo dal digitale

Continua l’impegno di Microsoft nella formazione dei profili professionali che nei prossimi anni saranno i più richiesti. Obiettivo dei progetti che fanno capo all’iniziativa Ambizione Italia #DigitalRestart è formare 3 milioni di italiani entro il 2023.

digitale

di Giorgia Andrei |

Il piano Ambizione Italia #DigitalRestart è l’iniziativa di Microsoft volta a sostenere il rilancio e la crescita del Paese attraverso il digitale. Avviata in tempi pre-Covid, nel 2018, ha interessato fino a oggi un milione di persone, alle quali sono stati dedicati percorsi di formazione e riqualificazione professionale con un denominatore comune: sviluppare le competenze digitali.

“La formazione nel digitale è la chiave per ridurre lo skills mismatch e tornare a crescere e a essere competitivi”, ha detto Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia, in occasione del “Microsoft Skilling Day” dello scorso marzo. “L’Italia vive un paradosso unico nel suo genere: da un lato abbiamo un’importante richiesta da parte delle aziende di professionisti qualificati, dall’altro, il nostro tasso di disoccupazione resta tra i più alti in Europa. È stato calcolato per esempio che nel 2024 serviranno 1,5 milioni di specialisti Ict mentre nei prossimi 5 anni, 2,7 milioni di posti di lavoro richiederanno nuove competenze, di cui oltre il 50% saranno di tipo digitale”. E tutto ciò, senza contare la “rivoluzione” del 2020, che ha fortemente accelerato i processi di digitalizzazione: quello che oggi appare, soprattutto in ambito professionale, come “normalità digitale”, poco più di un anno fa era una condizione straordinaria o, comunque, un modus operandi accessibile a una quota non certo preponderante di lavoratori e imprese. A maggior ragione, allora, occorre rispondere alla necessità di nuove competenze a vari livelli.

Nuove iniziative locali

Il Microsoft Skilling Day è stato anche l’occasione per presentare nuove iniziative di formazione previste da Ambizione Italia #DigitalRestart, a cominciare da “Ambizione Italia per i Giovani”, concepito da Microsoft e Fondazione Mondo Digitale. Si tratta di un percorso di formazione che coinvolge gli attori sul territorio che si occupano di formazione ed erogazione di percorsi sulle nuove competenze all’interno dei contesti metropolitani. Una prima sperimentazione del programma formativo ha coinvolto la Rete dei Centri di Orientamento al Lavoro di Roma Capitale, mentre Bari e Palermo saranno le prossime destinatarie del progetto, che si rivolge in prima istanza agli operatori dei Centri, per formarli sull’uso consapevole degli strumenti digitali per l’orientamento, la ricerca di lavoro e l’auto-promozione degli utenti, anche a distanza. Grazie alla collaborazione con Anpal, il progetto Ambizione Italia per i Giovani si rivolge anche ai Neet del piano Garanzia Giovani, per formare figure specializzate nella digitalizzazione delle Pmi. I destinatari sono in questo caso giovani tra i 14 e i 29 anni.

Per chi cerca lavoro

L’impegno di Microsoft Italia fa parte di uno sforzo globale pensato per rispondere alla crisi causata dalla pandemia, la “Global Skilling Initiative”, che vede collaborare anche LinkedIn e il servizio di hosting GitHub. Le tre aziende hanno condiviso risorse, competenze ed esperienze per promuovere iniziative e strumenti di aggiornamento e riqualificazione delle competenze. Il piano è stato lanciato a giugno 2020 e da allora più di 350mila persone in Italia hanno acquisito competenze digital grazie a esso.

Marcello Albergoni, Country Manager di LinkedIn Italia, spiega: “La pandemia ha allo stesso tempo creato ostacoli e opportunità nel mondo del lavoro. Aiutare le persone ad acquisire nuove competenze e a valorizzarle al meglio al cospetto di un potenziale datore di lavoro, diventano elementi chiave per aiutare i professionisti a cogliere nuove occasioni. Allo stesso modo, incoraggiare le aziende a ripensare il modo in cui assumono, concentrandosi sulle capacità e sul potenziale di un candidato, tanto quanto sulle sue qualifiche formali ed esperienze, sarà fondamentale per garantire una ripresa equa e costruire insieme economie più resilienti”.

Per il 2021 la Global Skilling Initiative prevede corsi di formazione allineati con i 10 profili professionali più ricercati dalle aziende, gratuiti, con accesso a risorse Microsoft, LinkedIn e GitHub. Interessanti sono, sul versante dei giovani che devono inserirsi sul mercato del lavoro, la piattaforma on-line “Microsoft Career Connector”, che si propone di collocare 50mila persone alla ricerca di un lavoro basato su competenze tech nei prossimi tre anni, e l’integrazione, all’interno di Microsoft Teams, del Career Coach, un’app creata da LinkedIn, che offre indicazioni personalizzate agli studenti delle scuole superiori e universitari per orientarsi nel loro percorso professionale. Il Coach virtuale si basa sull’AI di Microsoft, che indentifica le skill dei singoli, e su LinkedIn, che incrocia il profilo dello studente con i trend del mercato del lavoro.

Far lavorare i talenti

Parte integrante del piano #DigitalRestart sono, infine, le 145 Academy avviate da Microsoft con i propri partner su tutto il territorio italiano.

Obiettivi sono l’aggiornamento e la riqualificazione dei professionisti in chiave digitale e l’offerta di competenze digitali per neodiplomati e neolaureati. Una delle novità su questo fronte è la collaborazione tra Microsoft Italia, Experis e Fondazione Mondo Digitale per accompagnare i neodiplomati e i cosiddetti “talenti fragili”, ossia quegli studenti talentuosi che per ragioni economiche o particolari condizioni sociali non proseguono gli studi, in percorsi di formazione digitale e supportarli nel processo di selezione per Experis Academy, attraverso corsi preparatori. “Con Experis Academy abbiamo attivato numerosi corsi gratuiti per circa 1.000 giovani talenti inoccupati all’anno, che si sono trasformati in importanti progetti di formazione e finalizzati all’inserimento lavorativo in ambito IT & Digital, con un tasso di placement del 60%”, ha dichiarato Giovanni Rossi, Operation Manager di Experis Academy. Microsoft Italia ha inoltre avviato una nuova collaborazione con Ogr Tech, polo dedicato all’innovazione digitale e al supporto alle imprese, e con Talent Garden, piattaforma per il networking e la formazione sul digitale, per sviluppare percorsi formativi online, come il Master in Digital Product Management.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qua il tuo nome