FONDITALIA | Avviso FEMI 2023.01 – FNC

Con la pubblicazione dell’Avviso FEMI 2023.01 - FNC con procedura a sportello, FondItalia ha aumentato la dotazione economica per la formazione continua nelle imprese aderenti al fondo e ai conti di rete a 7 milioni di euro

Avviso FEMI 2023.01 - FNC di Fonditalia

Rafforzare le competenze, in un periodo di grande fabbisogno di lavoratori adeguatamente formati per affrontare le sfide della digitalizzazione e della transizione green: è l’obiettivo di FondItalia, che continua il percorso a supporto delle aziende e dei lavoratori con l’Avviso FEMI 2023.01.

Con la pubblicazione dell’Avviso FEMI 2023.01 – FNC per il finanziamento di attività di formazione continua a favore di imprese aderenti al Fondo e ai Conti di Rete, FondItalia ha anche aumentato la dotazione economica iniziale passando a sette milioni di budget per l’anno entrante.

I 4 assi dell’Avviso FEMI 2023.01

Il nuovo Avviso FEMI 2023.01, con procedura a sportello, è articolato su 4 assi formativi:

  • progetti formativi aziendali, in linea con le esigenze espresse da una sola impresa;
  • progetti formativi interaziendali rivolti a un gruppo di imprese, aggregate secondo una logica di rete;
  • progetti formativi individuali mediante voucher, ossia la partecipazione a percorsi a scelta individuale di alta formazione o specialistica, erogata da specifici enti in linea con le esigenze espresse da una o più imprese;
  • progetti FNC (Fondo Nuove Competenze) nell’ambito del PNRR, secondo accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro destinati a percorsi di sviluppo delle competenze dei lavoratori.

I temi dei progetti di formazione continua

All’interno del nuovo Avviso FEMI 2023.01 – FNC, FondItalia ha ritenuto prioritario intervenire sulle seguenti tematiche: aggiornamento e mantenimento delle competenze; adozione di nuovi modelli di gestione aziendale (risorse umane, qualità, tecniche di produzione) e amministrazione, sviluppo delle abilità personali; introduzione di elementi di innovazione tecnologica e digitale; incremento della conoscenza del contesto lavorativo e delle competenze linguistiche; supporto all’internazionalizzazione e green economy.

“Per il 2023 gestiremo anche i percorsi legati al Fondo Nuove Competenze, che chiuderà la presentazione dei Progetti nel mese di maggio del prossimo anno – spiega Egidio Sangue, Vicepresidente e Direttore di FondItalia -. Riteniamo fondamentale creare le condizioni perché i lavoratori abbiano accesso a corsi di formazione e aggiornamento di qualità. In modo da accompagnarli nello sviluppo di abilità e competenze professionali necessarie per mantenersi concorrenziali sui mercati di riferimento rappresenta di una possibilità aggiuntiva per le imprese”.


Per informazioni e scadenze consultare la pagina dedicata all’Avviso FEMI 2023.01.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qua il tuo nome