Cornerstone, i cambiamenti che portano alla crescita

Cornerstone OnDemand, leader globale nelle soluzioni di people development, ha assegnato nuovi ruoli chiave ai propri executive, che saranno maggiormente focalizzati sulla crescita strategica e sulle iniziative per l’innovazione.

cambiamento e crescita Cornerstone

Cornerstone OnDemand ha assegnato nuovi ruoli chiave ai propri executive, che saranno maggiormente focalizzati sulla crescita strategica e sulle iniziative per l’innovazione.

Con sempre più organizzazioni e dipendenti che rispondono e si adattano rapidamente al nuovo mondo del lavoro, fattori come la business agility e il potenziamento delle competenze sono oggi più importanti che mai. Per aiutare le aziende clienti a soddisfare queste nuove esigenze in materia di talento, Cornerstone ha riorganizzato i propri executive per focalizzarsi sulle aree di crescita chiave che avranno l’impatto più positivo sui clienti, ad esempio promuovendo l’innovazione per l’offerta di contenuti dell’azienda e allineando la leadership internazionale in modo da supportare meglio i clienti in ogni parte del mondo.

Tante novità finalizzate al miglioramento

Alla luce dell’ampliata presenza globale di Cornerstone e del suo impegno nel servire la base clienti con un approccio “glocal”, Vincent Belliveau, Chief Executive EMEA, è stato nominato Chief International Officer per garantire l’efficacia globale e la rilevanza locale. In questo nuovo ruolo, Belliveau avrà il compito di guidare le operazioni internazionali di Cornerstone nelle regioni EMEA e APJ (Asia-Pacifico-Giappone). Dal suo arrivo in Cornerstone nel 2007, Belliveau ha diretto le operazioni europee dell’azienda, coprendo le aree vendite e marketing, implementazione, assistenza e supporto, e da allora ha contribuito a portare le attività EMEA a 250 milioni di dollari in ARR.

Heidi Spirgi passa dal ruolo di Chief Strategy & Marketing Officer a quello di Chief Strategy & Growth Officer. In questa nuova veste, Spirgi si concentrerà sulle iniziative strategiche che garantiranno a Cornerstone la migliore posizione possibile in termini di crescita, innovazione e profittabilità, oltre ad anticipare le mutevoli esigenze dei clienti in termini di talenti. Si occuperà quindi di innovazioni pionieristiche e rapida erogazione di contenuti moderni per aiutare le aziende nell’acquisizione o nell’affinamento delle competenze per il proprio personale, allineandosi con intelligenza e abilità ai processi dinamici di lavoro e apprendimento che caratterizzano il mondo di oggi. Spirgi è entrata a far parte di Cornerstone due anni fa e ha avuto un ruolo chiave alla guida del team di marketing globale, sfruttando le sue conoscenze approfondite nell’ambito delle risorse umane e delle tecnologie per mettere a punto strategie e innovazioni a sostegno dell’azienda.

Theresa Damato è stata invece nominata Chief Marketing Officer di Cornerstone: il suo compito sarà soprattutto quello di posizionare le strategie di innovazione e di crescita dell’azienda, accelerare l’awareness e la preferenza accordata alle soluzioni Cornerstone e migliorare il valore e l’esperienza offerti dall’azienda ai 6.000 clienti della sua community globale. Damato crea e dirige team di marketing da oltre 20 anni e in qualità di Chief Marketing Officer per Saba Software – il suo ultimo incarico – ha trasformato la posizione e il brand di Saba nel mercato, accelerato la visione e l’innovazione dei prodotti, elevato la customer experience e progettato un’operazione go-to-market globale solida e proficua. Damato continuerà a guidare la trasformazione di Cornerstone come Chief of Staff, parallelamente al ruolo di Chief Marketing Officer.

Nella prima parte di quest’anno, Cornerstone ha inoltre annunciato la nomina di Chirag Shah a Chief Financial Officer. Shah vanta una solida esperienza finanziaria e nei suoi oltre 10 anni in Cornerstone ha rivestito svariate posizioni di leadership.

“Abbiamo visto l’opportunità di assistere meglio i clienti e garantire loro un maggior successo a lungo termine. Di conseguenza, ci siamo mobilitati per incentivare gli investimenti nelle aree chiave e ottimizzare il talento nelle posizioni di leadership, in modo da creare più valore per la nostra community di clienti” ha spiegato Phil Saunders, CEO di Cornerstone. “Cornerstone può contare su un pool di leader esperti e talentuosi, e queste rimodulazioni – insieme ad altri cambiamenti aziendali – esprimono in concreto la nostra stessa mobilità dei talenti, permettendoci di sfruttare ancora meglio le competenze e i punti di forza delle persone per accelerare il focus e la crescita in tutta l’azienda.”


Potrebbe interessarti anche:

I sei trend del 2021 per il settore HR secondo Cornerstone

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qua il tuo nome