MINISTERO DEL LAVORO | L’impiego degli stranieri nel mercato del lavoro

    È stata pubblicata la Nota semestrale 2020 Gli stranieri nel mercato del lavoro in Italia“, in sintesi e in versione integrale. Curata dalla Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche dell’integrazione del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali e realizzata da Anpal Servizi spa, è un aggiornamento ai primi due trimestri del 2020 dei principali dati di scenario contenuti nel X Rapporto annuale pubblicato lo scorso luglio. Utilizza come fonti la Rilevazione Continua sulle Forze Lavoro (RCFL) e il Sistema Informativo delle Comunicazioni Obbligatorie (SISCO).

    Ripercussioni negative della pandemia sul lavoro

    Nel II trimestre 2020 i dati mostrano un prevedibile peggioramento delle condizioni occupazionali rispetto al II trimestre 2019: l’impatto della pandemia da SARS-COV-2 sull’economia italiana ha causato una riduzione del numero degli occupati sia tra gli italiani (- 583.500) che tra i cittadini Ue (-67 mila unità) e extra Ue (-190 mila e 330 unità).

    In diminuzione anche i flussi in entrata nel lavoro dipendente e parasubordinato registrati dal Sistema Informativo Statistico delle Comunicazioni Obbligatorie. Complessivamente si sono persi, tra il II trimestre 2019 e il II trimestre 2020, più di 1,4 milioni di contratti, di cui circa 260 mila relativi ai cittadini stranieri.

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci il tuo commento
    Inserisci qua il tuo nome