Inbound Recruiting: come e perché farlo

Recruiting

L’Inbound Recruiting è una metodologia innovativa per attrarre i talenti.

Come dice Fabio Todaro, Senior Regional Sales Director per l’Italia, di Cornerstone OnDemand: “Indipendentemente dall’entità, un’azienda che ricorre ancora a metodi di recruiting tradizionali spreca tempo prezioso e si affida a risorse umane e finanziarie sempre più inadeguate, che non si addicono al contesto attuale. Il metodo dell’Inbound Recruiting è un must per le realtà che vogliono crescere, perché consente di attrarre, coinvolgere e assumere candidati che rappresentano un vero valore aggiunto e hanno le credenziali per contribuire al successo dell’azienda”.

Mai più senza l’Inbound Recruiting

Tutte le tecniche dell’Inbound Recruiting sono focalizzate su chi si propone per una determinata posizione. L’azienda deve preoccuparsi di generare empatia e creare un ambiente quanto più appetibile possibile, stimolando la curiosità dei potenziali futuri collaboratori. Nel corso del processo, il candidato deve sempre sentirsi a proprio agio, motivato e valorizzato, per fare in modo che il suo intento non sia semplicemente quello di essere assunto, ma di esserlo proprio da quell’azienda, perché desidera fortemente farne parte.

Per quest’ultima è ovviamente fondamentale capire quali caratteristiche e competenze dovrebbe avere il candidato ideale e delineare, quindi, una ‘candidate persona’, stilando il profilo del candidato perfetto per ciascun processo di recruiting. Durante questo esercizio, è bene ricordare che la diversificazione è il motore dell’innovazione: se si assumono dei cloni ci si ritroverà con team di lavoro formati da persone che pensano tutte, sempre, nello stesso modo.

Dove attrarre i candidati? I social network sono un bacino inesauribile: non solo consentono di trovare persone che conoscono già l’azienda perché seguono le sue pagine, ma offrono anche la possibilità di verificarne i profili. Un uso efficiente di canali come LinkedIn, Facebook, Twitter o Instagram è molto utile. In sintesi, le quattro fasi dell’Inbound Recruiting sono: attrarre visitatori sulla pagina del sito dedicata al recruiting; trasformare i visitatori in candidati adatti all’azienda; assumere il candidato ideale; motivare chiunque presenti domanda, a beneficio dell’immagine aziendale.

Fabio Todaro
Fabio Todaro, direttore per l’Italia di Cornerstone

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qua il tuo nome