L’inserimento lavorativo è facilitato dalle competenze

competenze trasversali progetto Transval-Eu

Come ratificato dalla Camera dei Deputati nei giorni scorsi, poter dare valore alle competenze extradisciplinari, oltre che a quelle meramente nozionistiche, può favorire l’inserimento lavorativo.

I processi di riconoscimento e validazione delle competenze trasversali di lavoratori e disoccupati svolgono un ruolo sempre più importante ai fini di un efficace incontro tra domanda di lavoro e inserimento lavorativo: spesso gli apprendimenti maturati nel corso della propria vita a livello personale e professionale non sono adeguatamente riconosciuti e valorizzati nel mercato del lavoro, mentre sempre più rappresentano il vero valore aggiunto per affermarsi nel lavoro e nella società e sono sempre più richiesti dalle imprese.

Come valorizzare le competenze

A questi temi è dedicato il primo evento nazionale del progetto europeo Transval-EU, in programma il 21 gennaio 2022 in modalità online, promosso dall’Agenzia Regionale per le Politiche Attive del Lavoro della Regione Umbria (ARPAL) insieme ai due partner italiani di progetto: Pluriversum (Toscana) e FORMA.Azione impresa umbra che da anni si occupa di formazione, educazione inclusiva e politiche attive del lavoro.

Il tema oggetto del progetto, a gestione diretta della Commissione Europea, TRANSVAL-EU Validation of transversal skills across Europe, finanziato dal programma ERASMUS + Misura KA3 Policy Reform – Policy Experimentations, è in perfetta linea con la proposta di legge approvata, nei giorni scorsi, dalla Camera dei Deputati e presentata dall’intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà che mira ad abilitare l’utilizzo e la valorizzazione delle competenze extradisciplinari nella scuola italiana, attraverso una sperimentazione strutturata e inclusiva. Il progetto TRANSVAL-EU è infatti finalizzato allo sviluppo e sperimentazione di approcci innovativi per la validazione degli apprendimenti non formali ed informali, in particolare relativi alle competenze trasversali, acquisiti dalle persone adulte lungo l’arco della propria vita.

Il progetto, in cui le tre realtà italianeARPAL Umbria, FORMA.Azione e Pluriversum – sono partner con 16 soggetti pubblici e privati attivi nel settore della formazione e politiche del lavoro di Austria, Lituania, Polonia e Belgio; con capofila l’Agenzia Austriaca per l’Istruzione e l’Internazionalizzazione, sarà presentato in un webinar il prossimo venerdì  21 Gennaio (11,00- 13,00), in cui interverranno il Direttore di ARPAL Umbria, Avv. Paola Nicastro, Sylvia Liuti di Forma.Azione, Maurizio Serafin di Pluriversum e Andrea Simoncini, esperto di ANPAL – Agenzia Nazionale Politiche Attive del lavoro.

“Un’occasione di confronto su un tema importante come quello delle competenze – afferma Michele Fioroni, Assessore della Regione Umbria – che necessita di rendere esplicita l’acquisizione di competenze trasversali e allo stesso tempo i processi di convalida e orientamento esistenti in contesto internazionale. Attraverso un set di strumenti e programmi formativi rivolti ai professionisti della validazione e dell’orientamento e la ricerca di buone pratiche relative alla validazione delle competenze trasversali richieste dal tessuto produttivo regionale, i servizi per il lavoro devono, in tal senso, sostenere e aiutare le persone a potenziare questo tipo di competenze”


La partecipazione all’evento è aperta a esperti, operatori, decisori pubblici, responsabili di servizi per il lavoro, l’orientamento e la formazione, docenti e formatori.  Per partecipare gratuitamente è necessario registrarsi al link:

https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSc6_u4KvroATYWrxsLjEMVmpLtLzFPSdE1zoPW1AtV5EUaUtg/viewform

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qua il tuo nome