La collaborazione aziendale è tutto

Il 41% dei dipendenti italiani sta considerando di lasciare il proprio lavoro per colpa di strumenti di collaborazione inadeguati

Collaborazione in azienda: servono più risorse

Le tecnologie per la collaborazione aziendale non funzionano? In Italia sembra un problema diffuso. L’ultimo Report sulla collaboration di Corel evidenzia infatti che due terzi dei partecipanti (63%) perdono per questo almeno 3 ore di produttività alla settimana. Arrivando addirittura a 6 ore alla settimana per il 18% dei casi.

“La collaboration, intesa come il modo in cui lavoriamo insieme e gli strumenti che usiamo per farlo, è fortemente sotto i riflettori in questo momento – spiega Scott Day, Chief People Officer di Corel -. “Prima della pandemia, sottostimavamo quanto fosse semplice collaborare. Oggi, con il passaggio a nuovi modelli di lavoro ibridi, hanno iniziato a mostrarsi delle crepe nel nostro modo di lavorare insieme. Le aziende hanno l’onere di cercare nuovi approcci adatti al modo in cui i loro dipendenti vogliono lavorare.”

Cosa non va nella collaborazione aziendale

La ricerca ha coinvolto 2.027 impiegati nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Germania, nei Paesi Bassi, in Italia e in Australia. Oltre tre quarti di loro (il 78% in Italia e l’80% negli altri paesi) affermano che la dirigenza potrebbe fare di più per promuovere la collaboration. In particolare il 45% degli intervistati italiani dice che la propria azienda non ha investito nei giusti strumenti per migliorare questa situazione. A livello globale il dato scende al 27%.

Collaborazione aziendale: la survey di corel

Quando sono stati chiamati a rispondere sulle carenze dei loro attuali strumenti di collaborazione aziendale, le risposte sono state molteplici. Ecco le principali evidenze:

  • per il 71% la collaborazione migliore aumenterebbe la produttività dei dipendenti e farebbe risparmiare tempo;
  • il 70% dei dipendenti italiani vedrebbe maggiori opportunità di crescita dell’azienda;
  • oltre la metà degli intervistati italiani pensa che avrebbe un impatto positivo sul morale dei dipendenti (52%);
  • considerando l’intero campione, il 64% ritiene che una migliore collaboration aumenterebbe innovazione, creatività e coinvolgimento delle risorse.

Insomma, i leader delle aziende devono abbracciare questo cambiamento, facendo uno sforzo congiunto per creare un ambiente di lavoro che renda semplice per i dipendenti lavorare insieme. Un aspetto fondamentale di questo obiettivo riguarda l’investimento nei giusti strumenti di collaborazione aziendale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qua il tuo nome