Consulenza del Lavoro 2022: il manuale aggiornato

La guida pratica, realizzata con il contributo degli esperti di Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, si propone come strumento utile ai professionisti alla luce degli attuali cambiamenti del mondo del lavoro

Consulenza del Lavoro 2022: il manuale aggiornato di Teleconsul

Perché acquistare e leggere il manuale “Consulenza del Lavoro 2022”?

La fine del periodo di emergenza sanitaria coincide con una fase di trasformazione dell’assetto economico-sociale e di evoluzione del mercato del lavoro. Le nuove modalità lavorative e il ricambio dei profili di competenze, trainato da obiettivi del Pnrr e digitalizzazione, definiscono la transizione verso un nuovo modello economico e produttivo.  La ripresa, però, porta con sé alcuni nodi da sciogliere. Tra questi, la difficoltà di reperimento dei profili di cui le aziende hanno bisogno, il mismatch tra domanda e offerta di lavoro, la crescita del precariato e del fenomeno delle dimissioni volontarie. In questo scenario, diverse sono le sfide che attendono i Consulenti del Lavoro.

Il manuale “Consulenza del Lavoro 2022”, edito da Teleconsul e curato dagli esperti di Fondazione Studi Consulenti del Lavoro e del Comitato scientifico di Teleconsul, si pone come riferimento per interpretare questo cambiamento e l’attuale quadro normativo.

Consulenza del Lavoro 2022: i dettagli

Il volume è aggiornato con la Legge di Bilancio 2022 e i provvedimenti legislativi più recenti, tra cui il Decreto Sostegni-ter (D.L. n.4/2022). Esamina nel dettaglio le tematiche del diritto del lavoro, sindacale e previdenziale, i riflessi tributari delle varie attività. E offre soluzioni immediate e approfondite tramite l’analisi di casi concreti.

Nello specifico, si trattano le diverse tipologie contrattuali, i rapporti e le forme di lavoro per ogni settore (anche lo smart working), gli aspetti economici e previdenziali a carico dell’Inps, le agevolazioni per i premi di risultato e il welfare aziendale. Ma anche la sicurezza nei luoghi di lavoro, i congedi di maternità, paternità e malattia, gli ammortizzatori sociali e il costo del lavoro. Nonché le procedure concorsuali, la contrattazione collettiva di secondo livello, la cessazione del rapporto e l’apparato sanzionatorio.

“I Consulenti del Lavoro saranno sempre più chiamati a esprimere tutta la loro versatilità professionale – afferma la Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro Marina Calderone, nella prefazione del manuale -. I cambiamenti di quest’ultimo anno si sono innestati in un percorso di trasformazione avviato da tempo, finalizzato ad innalzare la qualità e il ruolo che la nostra professione riveste nella società. Un punto di snodo nevralgico dei tanti cambiamenti che stanno intervenendo a livello economico e sociale”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qua il tuo nome