L’impegno che premia: il caso Kaleyra

La multinazionale si distingue per una gestione prudente e lungimirante delle risorse e dei dipendenti anche in epoca di Covid-19, come riporta anche la ricerca  della Sapienza Università di Roma.

settore HR

Dal 1999, anno in cui è nata, sino ad oggi, Kaleyra, Communication Platform as a Service globale, è cresciuta esponenzialmente arrivando a poter vantare oltre 500 dipendenti e 17 uffici nel mondo.

Una crescita esponenziale per la società – che si propone come mission di colmare il divario tra le imprese e i loro clienti attraverso potenti strumenti di comunicazione – a cui corrisponde un grande lavoro HR sia nell’ottica del potenziamento dell’organico – ricercando e inserendo i migliori talenti nel settore – e sia attraverso il coinvolgimento dei team di lavoro e sul loro senso di appartenenza.

Un approccio di grande successo

“In soli 3 mesi, da agosto a ottobre 2021, la società ha aperto più di 80 ricerche di professionisti e inserito più del 75% delle risorse umane profilate” commenta Filippo Monastra, Chief People Officer di Kaleyra “un successo dal punto di vista della selezione e dell’efficienza. Un hiring importante sia per ricoprire posizioni tecniche che non, che si è esteso tutto l’anno. Sicuramente l’alta redemption dei professionisti trovati è dovuta anche all’opportunità di lavorare in un contesto internazionale, flessibile e che considera anche il lavoro da remoto. Siamo costantemente alla ricerca di quei professionisti che condividono con noi gli stessi valori quali determinazione, passione e intuizione per raggiungere nuovi orizzonti, superando ostacoli o trovando nuove strade. Siamo pienamente consapevoli del fatto che se vuoi qualcosa che non hai mai avuto prima, devi fare qualcosa che non hai mai fatto prima”.

Un approccio – quello di Kaleyra – contemporaneo, che viene incontro ai dipendenti nell’equilibrio tra lavoro in azienda, smart working e tempo libero, e che è alla base della ricerca della Sapienza Università di Roma  “Smart working come forma di vita“, svolta coinvolgendo i dipendenti della multinazionale.

I dipendenti sempre al centro

La ricerca, condotta con una serie di videointerviste realizzate nel periodo della pandemia, ha rilevato come l’emergenza Covid-19 sia stata assai traumatica per i dipendenti ma, al contempo, come fosse stata gestita con prudenza e lungimiranza dall’azienda, come hanno riportato i ricercatori stessi nel report.

Non solo ricerca attiva del personale ma anche formazione continua; questa una delle chiavi di successo di Kaleyra.

“Se c’è una cosa in cui crediamo è che insieme siamo più forti. Siamo qui per potenziare le nostre risorse più grandi: i nostri dipendenti” spiega Dario Calogero, CEO di Kaleyra  “La nostra realtà combina diversità, cultura e libertà e incoraggia i nostri dipendenti a diventare responsabili delle decisioni, risolutori di problemi, idealisti e intraprendenti. È già stata attivata nel 2021 con più di 150 corsi e verrà ampliata ulteriormente nel 2022 la Kaleyra Academy: un nuovo portale di corsi learning e development – perchè il training è importante anche per creare un’identità culturale, visti i molteplici paesi in cui siamo presenti”.

Kaleyra oggi serve oltre 3800 clienti che comunicano in oltre 190 paesi, offrendo a loro una suite completa di canali: messaggistica, video, voce, chatbot e instant messaging.

«Tramite la nostra offerta di prodotto multicanale continuiamo ad aggiungere valore alle grandi aziende che si affidano a noi per la loro comunicazione. Dal 1999, Kaleyra sviluppa ogni giorno di più la soluzione in termini di qualità, versatilità e sicurezza perché sia sempre innovativa nel soddisfare le esigenze delle grandi aziende globali e in questo il coinvolgimento dei dipendenti è fondamentale», conclude Dario Calogero.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qua il tuo nome