La cultura aziendale è una priorità per la Generazione Z

generazione Z

Quali sono le aspettative della Generazione Z rispetto alle aziende e ai CEO?

I risultati di una ricerca, condotta a sostegno del movimento globale HeForShe da Lewis, agenzia di marketing, rivelano l’importanza della cultura aziendale e dei programmi di inclusione e diversità sul posto di lavoro, con le questioni di genere e di etnia come priorità assolute. Non riuscire a dare priorità alle cause sociali andrà a svantaggio di aziende e Ceo. Solo il 19% della Gen Z lavorerebbe per un’azienda di cui non condivide i valori. Nel valutare le opportunità professionali, la cultura aziendale è il secondo fattore più importante, dopo le opportunità di crescita e di carriera che continuano a mantenere la prima posizione.

Questioni di genere e di etnia sono i due aspetti principali per la Gen Z, sottolineando quanto sia importante per le aziende impegnarsi in prima persona su questi temi e sviluppare programmi adeguati alle aspettative.

L’importanza della cultura aziendale resta evidente:

  • Valori aziendali: il 67% degli intervistati li ritiene più importanti del Ceo
  • DEI (Diversity, Equity, Inclusion): il 41% lavo- rerebbe per un’azienda con una scarsa presenza di minoranze solo se avesse un buon programma de- dicato a diversità, equità e inclusione
  • Opportunità: il 46% delle aziende, nella scelta fra due candidati di pari competenze, prediligerebbe quello che porterebbe una maggiore diversità in azienda.

LE ASPETTATIVE DELLA GEN Z RISPETTO AI LEADER

Diversity, Equity, Inclusion
Si aspetta che le Risorse Umane (35%) e i Senior Manager (29%) guidino l’impegno DEI delle aziende.

Punti chiave per la qualità
Pensa che la qualità più importante di un Ceo sia l’essere innovativo (37%). Seguono determinazione (35%) ed empatia (33%).

Impatto sociale
Ritiene che i Ceo debbano essere valutati anche in base al loro impegno nel risolvere grandi problemi sociali (41%).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qua il tuo nome