Regione Lombardia progetta l’offerta formativa

Da Regione Lombardia 26 milioni di euro per attività di formazione destinate a rafforzare le competenze di lavoratori, imprenditori e i liberi professionisti. Gli interventi sono finanziati con un voucher riconosciuto all’impresa e i corsi organizzati da Gruppo RTS – Formazione & Sviluppo e dai suoi partner.

Regione Lombardia

Regione Lombardia ha costituito un catalogo di offerte formative su proposta degli operatori che risponde in modo dinamico ai fabbisogni di competenze necessari alle imprese.

Per la fruizione dei corsi di formazione Regione Lombardia eroga all’azienda che ne fa richiesta dei voucher formativi del valore di 2.000 euro per lavoratore per un importo massimo annuo di 50.000 euro per impresa. La procedura di richiesta è “a sportello”, sino all’esaurimento delle risorse disponibili.

Tra i corsi offerti dalla Regione Lombardia rientrano 12 corsi da noi organizzati dedicati a tematiche che spaziano dal controllo di gestione nelle strutture sanitarie e sociosanitarie ai processi di internazionalizzazione per lo sviluppo dei mercati esteri; dalla gestione proattiva in azienda al ruolo del responsabile HR e l’importanza della digitalizzazione; dalle strategie per lo Smart Working al sistema di gestione per la qualità.

I corsi formativi proposti 

La proposta formativa risponde alle esigenze di implementazione delle competenze e degli strumenti dedicati allo smart working in aziende di media e piccola dimensione, ma offre contenuti anche per le grandi imprese che ancora non hanno abbracciato questo nuovo modello lavorativo.

Il presente percorso didattico mira a fornire contenuti e abilità per disegnare una formula di smart working efficace, efficiente ed economica, ma soprattutto coerente con le necessità, le dimensioni e le caratteristiche di ogni organizzazione. L’obiettivo è accompagnare il management e il middle management al cambiamento organizzativo e dei modelli manageriali tradizionali (basati su concetti come il luogo e l’orario di lavoro), promuovendo nuovi stili di leadership che privilegino l’autonomia e la responsabilità dei lavoratori, dando loro maggior fiducia e flessibilità, implementando una modalità di lavoro orientata ai risultati.

Allo stesso tempo, l’obiettivo è accompagnare i lavoratori e le lavoratrici, che si apprestano a sperimentare lo smart working, a gestire la propria attività in assenza di vincoli orari o spaziali, anche con l’utilizzo di nuovi strumenti tecnologici, e assicurare loro le giuste conoscenze e competenze in ordine alla sicurezza in caso di infortuni e malattie professionali.

Con la sigla ISO 9000 si identifica una serie di normative e linee guida sviluppate dall’Organizzazione internazionale per la normazione (ISO – International Organization for Standardization) che definiscono i requisiti per la realizzazione all’interno di un’organizzazione di un sistema di gestione della qualità, al fine di condurre i processi aziendali, migliorare l’efficacia e l’efficienza e nella realizzazione del prodotto e nell’erogazione del servizio, ottenere e incrementare la soddisfazione del cliente.

L’obiettivo di un sistema qualità ISO 9001 è quello di assicurare che il prodotto fornito dall’azienda sia conforme ai requisiti specificati. I requisiti specificati sono definiti dalla norma come le aspettative esplicite ed implicite del Cliente.

Il percorso formativo ha l’obiettivo di approfondire il tema della progettazione e dell’ implementazione dei processi di budgeting e reporting.

Il percorso didattico vuole dunque offrire adeguati elementi di conoscenza che possano consentire al partecipante di:
– adottare tecniche, modalità e strumenti adeguati per la progettazione, l’implementazione e la manutenzione di un sistema di controllo di gestione;
– attivare meccanismi di controllo direzionale per il controllo economico ed esecutivo delle performance aziendali;
– risolvere tensioni e momenti di squilibrio finanziario;
– utilizzare informazioni di costo per supportare adeguatamente il processo decisionale nell’ individuazione dell’alternativa economicamente più conveniente;
– definire una struttura organizzativa coerente con il sistema di controllo direzionale in essere nell’Azienda;
– individuare e selezionare nel modo più opportuno gli applicativi di supporto all’area Amministrazione, Finanza, Controllo di Gestione.

Le aziende di tutto il mondo stanno iniziando a considerare con sempre maggiore attenzione il tema della digitalizzazione dei luoghi di lavoro. Il responsabile delle Risorse Umane è una figura chiave in merito a questo tema.

Scopo del presente corso è quello di fornire ai partecipanti gli strumenti per:
– Identificare i cambiamenti (tecnologici, sociali, generazionali) e il loro impatto sulle persone, le modalità di organizzazione del lavoro, le organizzazioni e la gestione delle risorse umane
– Comprendere come valutare la maturità digitale dell’organizzazione
– Comprendere come predisporre un modello di competenze che consideri le necessità della digitalizzazione
– Comprendere gli effetti delle nascenti modalità di lavoro: lavoro in remoto, smart working, BYOD, professional social networking

Il corso consente l’acquisizione delle competenze per la gestione di sistema ambientale, integrato con tutte le altre attività gestionali, e conforme alla norma internazionale ISO 14001.

L’obiettivo è fornire all’alunno gli strumenti per poter applicare strategie per controllare l’impatto dell’attività aziendale, dei prodotti e servizi sull’ambiente, adottando un’adeguata politica e fissando degli obiettivi concreti di salvaguardia.

In concreto, la formazione consente all’alunno di applicare in azienda la norma ISO 14001, gestire la struttura documentale di un sistema dell’ambiente e conoscere le principali normative di carattere ambientale e i relativi obblighi di applicazione all’interno dei contesti aziendali.

Inoltre, sarà in grado di comprendere le modalità di applicazione di procedure, istruzioni operative e modulistica, di misurare l’efficacia dei processi aziendali e redigere proposte di miglioramento e azioni preventive.

La ISO 45001:2018 sostituisce la precedente BS OHSAS 18001 con lo scopo di fornire alla norma un riconoscimento normativo internazionale (ISO) e di rendere più agevole l’integrazione con gli altri standard ISO per i Sistemi di Gestione poiché basata sulla struttura dell’Annex SL che definisce la struttura comune a tutte le norme.

Scopo del presente percorso didattico è quello di:
– formare risorse sulla norma internazionale ISO 45001:2018 al fine di implementare e mantenere un Sistema di gestione aziendale conforme alla ISO 45001
– Definire dei rischi in ambito lavorativo
– Creare e gestire la documentazione del sistema di gestione
– Individuare e gestire non conformità e azioni correttive
– Pianificare ed eseguire audit interni

Le costanti pressioni dell’attività lavorativa quotidiana rischiano di generare stress (distress: stress negativo) ed ansia (preoccupazioni rispetto al futuro).

Il presente percorso didattico mira a fornire i fondamenti del problem solving e la capacità di porsi degli obiettivi da raggiungere, per la crescita professionale e dell’azienda.

In particolare, questo percorso formativo si pone i seguenti traguardi:
– prendere consapevolezza di quanto i pensieri negativi su di sé siano limitanti nella vita professionale e personale;
– utilizzare e trasformare i pensieri negativi su di sé in risorsa per il raggiungimento dei risultati;
– sviluppare il pensiero positivo come strumento per gestire i momenti di cambiamento;
– utilizzare il pensiero positivo come generatore di proattività.

Molte imprese manifatturiere, specialmente quelle di piccole dimensioni, sono in grado di realizzare prodotti di elevata qualità ma spesso difettano dell’organizzazione, delle capacità e delle competenze manageriali necessarie per poterli promuovere efficacemente sui mercati esteri, perdendo così molte potenziali opportunità di crescita.

L’obiettivo generale del presente progetto è di fornire, attraverso l’attività formativa competenze atte a favorire lo sviluppo commerciale verso i mercati esteri. Il progetto farà riferimento alle esigenze e ai fabbisogni formativi delle aziende in un’ottica di internazionalizzazione per fornire servizi sempre più adeguati a facilitare tale processo.

Il percorso formativo si propone di fornire conoscenze e strumenti utili alle imprese ad entrare in nuovi mercati, così come a consolidarne il radicamento nei mercati in cui esse fossero già presenti. L’obiettivo del corso è trasmettere processi, procedure e nozioni concrete allo scopo di poter espandere il proprio business sui mercati internazionali.

Le aziende del settore sociosanitario hanno la necessità di ricercare percorsi sostenibili per l’erogazione di servizi di cura e assistenza a persone anziane o affette da una qualche forma di disabilità a carattere cronico.

Il concetto di sostenibilità clinica trova sempre più efficace sintesi nella proposizione “dalla cura al prendersi cura”, che sottolinea la ricerca di maggiori condizioni di sicurezza, di riduzione del rischio clinico e più, in generale, di benessere del paziente fragile in ogni fase del percorso assistenziale/riabilitativo svolto nella struttura sociosanitaria di riferimento.

In questo senso, giocano un ruolo essenziale i principi, i metodi e i meccanismi del controllo di gestione che, attraverso un approccio anticipatorio al governo aziendale, possono assicurare il perseguimento di obiettivi di razionalità economica al fine di assicurare migliori condizioni di sostenibilità clinica.

Il percorso formativo intende essere uno strumento per definire, completare, strutturare le competenze nella programmazione e nel controllo di gestione delle strutture sanitarie e sociosanitarie.

Il percorso formativo ha l’obiettivo di approfondire il tema della progettazione e dell’implementazione dei processi di budgeting e reporting nelle strutture sanitarie e sociosanitarie. Il budget come strumento di condizionamento positivo dei comportamenti organizzativi in Azienda.

L’intento è sviluppare una prospettiva di analisi a carattere multidimensionale delle potenzialità del Budget ponendo adeguata attenzione non solo alla sua funzione di programmazione economico finanziaria, ma anche al ruolo giocato nei processi di motivazione, valutazione, integrazione e coordinamento.

Il riferimento è dunque ai processi di delega ed autorizzativi per Centro di Responsabilità/Business Unit e a come tali processi possano essere supportati efficientemente ed efficacemente dal budgeting e, in fase successiva, dal reporting.

Alla sostenibilità economica di una struttura sanitaria o sociosanitaria può contribuire l’applicazione dei principi, dei metodi e dei meccanismi del controllo di gestione che, attraverso un approccio anticipatorio al governo aziendale, possono assicurare il perseguimento di obiettivi di razionalità economica oltre che di efficacia clinica.

Il percorso formativo ha l’obiettivo di approfondire il tema della progettazione e dell’implementazione dei sistemi di contabilità analitica nelle strutture sanitarie e sociosanitarie. L’attenzione sarà rivolta verso un approccio di tipo Full Costing basato alternativamente sui centri di costo e su una visione per attività e per processi (Activity-Based Costing).

Il modulo intende fornire adeguati elementi di conoscenza sulle diverse fasi di progettazione e di messa a regime del sistema di contabilità analitica.

La pianificazione strategica (il processo attraverso il quale si definisce la strategia e la si concretizza in un Business Plan) interessa tutti i contesti aziendali dalle aziende manifatturiere come in quelle di servizio, negli ambiti for profit che in quelli not for profit.
Una corretta definizione della strategia aziendale deve valorizzare i punti di forza propri dell’azienda e andare a minimizzare/eliminare l’impatto dei punti di debolezza interni.

La strategia definita dall’azienda sanitaria o sociosanitaria deve essere in grado di cogliere tutte le opportunità del contesto di riferimento e di minimizzare le eventuali minacce che possono intervenire nell’ambiente circostante.

Il Piano Strategico illustra in modo qualitativo e quantitativo le strategie future dell’azienda e le azioni che quest’ultima si propone di intraprendere in un determinato arco temporale, permettendo al management di un’azienda sanitaria di raggiungere diversi obiettivi, come ad esempio, fornire una guida strategica, identificare i punti di forza e gestire i punti di debolezza, individuare i fattori chiave per il perseguimento degli obiettivi.

Il percorso formativo ha l’obiettivo di definire, approfondire, completare, strutturare le proprie competenze nella programmazione e nella predisposizione di piani strategici di strutture sanitarie e sociosanitarie.


È possibile richiedere un percorso formativo pensato ad hoc per l’azienda che Gruppo RTS – Formazione & Sviluppo realizzerà in quanto ente accreditato a Regione Lombardia.

Gruppo RTS ti supporterà nelle fasi di analisi dei fabbisogni formativi, definizione e progettazione dei corsi su misura, richiesta del finanziamento ed erogazione della formazione.

Per maggiori informazioni consultare il sito.


Potrebbe interessarti anche: 

Al via la formazione con Regione Lombardia