REGIONE LOMBARDIA | Bando da 4,5 milioni per lo Smart Working aziendale

    Regione Lombardia promuove l’adozione di piani di Smart Working aziendali stanziando 4.5 milioni di euro.

    Il bando è pensato per quelle aziende che ancora non hanno formalizzato lo Smart Working a seguito dell’emergenza Coronavirus.

    Chi può fare richiesta?

    Le Aziende Iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di competenza o soggetti in possesso di partita IVA che:

    • Abbiano un numero di dipendenti almeno pari a 3
    • Non siano già in possesso di un piano di smart working e del relativo accordo aziendale
    • Abbiano sedi operative in Lombardia

    Cosa finanzia?

    • Azione A: servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working con relativo accordo aziendale o regolamento aziendale approvato e pubblicizzato nella bacheca e nella intranet aziendale.
    • Azione B: acquisto di “strumenti tecnologici” per l’attuazione del piano di smart working.

    Quanto finanzia?

    Il contributo varia a seconda della dimensione dell’Azienda, per:

    • Azione A: da un minimo di 5.000€ a un massimo di 15.000€.
    • Azione B: da un minimo di 2.500€ a un massimo di 7.500€.

    Workitect aiuta le aziende ad introdurre lo Smart Working aderendo ad un bando promosso da Regione Lombardia per l’attivazione di progetti di lavoro agile e l’acquisto di hardware e software finanziati a fondo perduto.

    Le domande dovranno essere presentate a partire dal 2 aprile 2020.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.