CNEL | Favorire la formazione per il lavoro del futuro

    “Il Rapporto Censis conferma che il lavoro è la prima preoccupazione degli italiani. ‬‪Non sappiamo se l’automazione ridurrà l’occupazione, sappiamo però che il lavoro del futuro sarà sempre più cognitivo. ‪E noi non stiamo facendo la cosa necessaria: investire sulla formazione”.

    Lo ha detto Tiziano Treu, presidente del CNEL, alla presentazione del 53° Rapporto Censis, che si svolge, come di consueto, nel Parlamentino del CNEL.

    Il lavoro del futuro richiederà una serie di competenze specialistiche maggiori rispetto al passato. La grande preoccupazione è per il welfare – ha aggiunto – Di fronte alle grandi trasformazioni che stanno investendo il mondo del lavoro e in prospettiva futura bisogna ipotizzare un sistema previdenziale adeguato. Le soluzioni che adottiamo oggi non sono all’altezza dei problemi che investono attualmente il lavoro e del modo in cui si sta sviluppando il nuovo sistema”.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.