Il ruolo di Anpal nelle politiche attive e la formazione continua

Mimmo Parisi Anpal

“L’Anpal ha un ruolo molto importante per le politiche attive in Italia”. Il presidente Mimmo Parisi – intervenuto al convegno “Il Futuro del Lavoro”, in occasione del 100° anniversario della costituzione dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro – ha sottolineato come l’agenzia abbia assunto un ruolo ancora più centrale “con l’introduzione del Reddito di Cittadinanza. Una misura che non va intesa solo come un intervento passivo, ma come un’azione più complessiva per integrare le persone nella società attraverso il lavoro”.

In quest’ottica – considerando la rivoluzione tecnologica e le trasformazioni che interessano sempre più spesso il mondo della produzione e dei servizi – “diventa fondamentale garantire una possibilità di formazione continua ai cittadini – ha dichiarato Parisi –. L’aggiornamento costante delle competenze è infatti imprescindibile per assicurare l’occupabilità continua dei lavoratori”.

I Cpi contenitori di capitale umano

I centri per l’impiego devono diventare “contenitori di capitale umano” e – grazie alla professionalità dei loro operatori ma anche grazie al supporto che daranno i Navigator per il
Reddito di Cittadinanza – “devono strutturare un rapporto continuo con le persone, che si estenda dal periodo della ricerca di un’occupazione, a quelli in cui sono occupate o sono appena uscite da un rapporto di lavoro. Seguendole in ogni fase, comprese quelle della transizione dall’istruzione al lavoro e della transizione da lavoro a lavoro”. Serve insomma mettere in campo “un insieme di azioni sistematiche che accompagni i cittadini lungo l’intero arco della vita lavorativa. Serve un piano strategico per ogni lavoratore”.

L’obiettivo dell’iniziativa – organizzata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, insieme all’OIL e al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – è la promozione di un confronto tra parti sociali, professori universitari e società civile sulle trasformazioni del lavoro, determinate dalle innovazioni tecnologiche e dai cambiamenti demografici. L’evento si è svolto a Roma – nella Sala degli Orazi e Curiazi del Campidoglio – ed è stato anche l’occasione per presentare il Rapporto sul futuro del lavoro redatto dalla Commissione Globale sul Futuro del Lavoro dell’OIL.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.