Nuovi documenti informativi per la sicurezza nel comparto edile

0
37
sicurezza comparto edile

di Tiziano Menduto* |

I lavoratori del comparto edilizia sono esposti spesso a fattori di rischio che possono causare infortuni gravi o mortali. Per favorire nelle imprese edili una corretta progettazione della sicurezza è utile conoscere alcuni documenti informativi che, pubblicati in questi ultimi anni dall’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, costituiscono un supporto per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori.

I quaderni tecnici per i cantieri

Proposti nel 2014 e aggiornati nel 2018 da Inail (attraverso il Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici) i “Quaderni Tecnici per i cantieri temporanei o mobili” hanno l’obiettivo di “accrescere il livello di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili” e di fornire informative “basate su leggi, circolari, norme tecniche specifiche e linee guida utili a individuare e perfezionare metodologie operative per il miglioramento delle misure di prevenzione contro i rischi professionali”.

Molti i temi affrontati nei vari quaderni reperibili in rete: ancoraggi, parapetti provvisori, ponteggi fissi, reti di sicurezza, scale portatili, sistemi di protezione degli scavi a cielo aperto, sistemi di protezione individuale dalle cadute e trabattelli.

Le attività di scavo e le attrezzature di lavoro

Nel 2016 è stato prodotto dalla Direzione Regionale Inail per la Lombardia, come aggiornamento a una precedente pubblicazione, il documento “Riduzione del rischio nelle attività di scavo. Guida per datori di lavoro, responsabili tecnici e committenti”. Dopo un’analisi delle caratteristiche dei terreni, dei problemi di instabilità e delle possibili dinamiche infortunistiche, il documento riporta “pratiche soluzioni organizzative e istruzioni tecniche” utili a ridurre i rischi nelle attività di scavo.

In relazione, invece, ai rischi nell’utilizzo delle attrezzature e dei macchinari, sempre del 2016, realizzato dalla Direzione regionale Inail per le Marche con la collaborazione di Ipaf, è stato prodotto il documento “PLE nei cantieri. L’uso delle piattaforme di lavoro mobili in elevato nei cantieri temporanei o mobili”.

La pubblicazione ha l’obiettivo di promuovere l’uso efficace e sicuro delle piattaforme di lavoro mobili in elevato, illustrando il quadro legislativo di riferimento, i criteri di scelta, le modalità d’uso, gli elementi da considerare nella valutazione dei rischi e nella gestione delle emergenze.

La progettazione e i cantieri post sisma

Per sottolineare l’importanza di una corretta e adeguata pianificazione dei lavori in edilizia, nel 2015 è stato pubblicato dall’Inail (sempre attraverso il Dit) il documento “La progettazione della sicurezza nel cantiere” che fornisce non solo una guida all’applicazione della normativa vigente sui cantieri, ma anche una pratica metodologia per la redazione dei piani di sicurezza nei cantieri.

Infine, a segnalare i problemi sismici del nostro Paese e i rischi presenti nei “cantieri post sisma”, è il recente documento del 2019, prodotto dalla Direzione regionale Marche dell’Inail, “Cantieri post sisma. Raccomandazioni di salute e sicurezza”. Il documento è un manuale pratico contenente regole tecnico-prevenzionali e comportamentali da attuare negli interventi edilizi della ricostruzione post sisma.


* Articolo di Tiziano Menduto realizzato in collaborazione con PuntoSicuro, dal 1999 il primo quotidiano online sulla sicurezza

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.