In Sardegna uno “Sportello” a supporto del lavoro

Un’iniziativa della Fondazione Consulenti per il Lavoro, in sinergia con i Comuni della Sardegna, per sostenere i disoccupati avvicinandoli alle imprese del territorio.

0
103
Fondazione Lavoro

di Giovanni Degortes* |

Siamo a giugno 2017, in Sardegna, precisamente a San Teodoro, un piccolo borgo a forte vocazione turistica di 4mila abitanti, che d’estate arriva a ospitare oltre 100mila presenze.

Un piccolo gruppo di Consulenti del Lavoro dell’Ordine Provinciale di Sassari, sostenuto dalla Fondazione Consulenti per il Lavoro, in sinergia con l’amministrazione comunale, decide di dare vita a un progetto innovativo, mai sperimentato: lo “Sportello Lavoro”.

Il progetto, promosso dal Comune di San Teodoro, viene affidato a Fondazione Consulenti per il Lavoro, il cui compito, per il tramite dei delegati presenti sul territorio che hanno aderito all’iniziativa, è di organizzare e gestire uno sportello mirato a fornire supporto a studenti, persone in cerca di occupazione, soggetti in condizione di svantaggio, promuovendo azioni di politica attiva che agevolano l’ingresso o il rientro dell’individuo nel mercato del lavoro, migliorandone le condizioni di accesso e contribuendo a creare un rapporto con il sistema economico e imprenditoriale locale.

I servizi dello Sportello

L’attività dello sportello prevede l’erogazione di diversi servizi:

Accoglienza e informazione – Vengono fornite informazioni sulle opportunità occupazionali, viene offerta consulenza in materia di contrattualistica e del lavoro, redazione del curriculum vitae e ricerca attiva del lavoro;

Orientamento – Prevede la facilitazione nel processo di scelta e di transizione professionale, la costruzione di un progetto lavorativo, gli indirizzi sulle opportunità formative e lavorative presenti sul territorio;

Incontro domanda/offerta di lavoro – Prevede l’analisi e la promozione delle candidature in relazione alle richieste e ai fabbisogni delle imprese, anche attraverso banche dati e altri strumenti di ricerca.

A supporto anche il portale FLLAB della Fondazione Lavoro, dove ogni delegato che opera negli Sportelli Lavoro può pubblicare gli annunci di ricerca di personale, con la possibilità di ricercare poi i profili più idonei dei lavoratori che hanno risposto a uno specifico annuncio. Inoltre, in collaborazione con altri soggetti presenti sul territorio, lo Sportello promuove attività formative e di laboratorio per rafforzare le competenze necessarie per l’accesso al mondo del lavoro.

I risultati del progetto

A distanza di due anni dall’apertura del primo Sportello oggi sono 4 gli sportelli sul territorio sardo. Tra questi uno a Oristano, capoluogo di provincia con 35 mila abitanti, e l’ultimo aperto a Ittiri, paese di 8mila abitanti in provincia di Sassari. Nonostante le attività degli Sportelli prevedano solo poche ore di apertura settimanale (2 giorni la settimana, solo la mattina) in due anni sono stati migliaia i cittadini che direttamente (recandosi allo sportello) oppure digitalmente (attraverso internet e le pagine Facebook) hanno potuto usufruire dei servizi.

Un’elevata percentuale di questi (se raffrontata alla media nazionale) ha trovato un’occasione di lavoro (assunzione o tirocinio), così come si sono registrati diversi casi di autoimpiego, cioè disoccupati che hanno avviato una propria attività dopo aver conosciuto le possibilità di sostegno offerte dalla normativa. Da segnalare anche che recentemente la Fondazione Consulenti per il Lavoro ha attivato, per ora presso lo Sportello di Oristano, una sinergia con Eurodesk, rete attiva in 36 Paesi europei che diffonde informazioni e fornisce orientamento sui programmi che l’Unione Europea promuove per i giovani.

Le prospettive

In Sardegna sono già decine i Comuni che hanno espresso interesse all’attivazione del servizio, così come sono giunte diverse richieste da parte di Consulenti del Lavoro delegati sulle modalità di attivazione degli Sportelli.

Possiamo quindi affermare che il progetto “Sportello Lavoro”, per le sue caratteristiche uniche di servizio altamente professionale a km zero, supportato da una rete potenziale di 26mila Consulenti del Lavoro, che gestiscono oltre un milione di Pmi e 8 milioni di rapporti di lavoro,  e dalla forza delle piccole ma radicate amministrazioni comunali, rappresenta una novità assoluta nell’ambito delle politiche attive, in grado di diventare uno strumento di grande efficacia a disposizione delle imprese, dei cittadini e del territorio.


* Giovanni Degortes è Consulente del Lavoro dell’Ordine Provinciale di Sassari

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.