Assistenti familiari conviventi: molte le richieste nel Nord Italia

0
assistenti familiari

Openjobmetis ha avviato una campagna di recruiting per la ricerca e selezione di cento badanti conviventi. I candidati prescelti saranno assunti con contratti a tempo determinato in somministrazione all’interno di famiglie nelle Regioni del Friuli, Veneto, Lombardia, Toscana ed Emilia Romagna.

L’agenzia per il lavoro ha esteso la ricerca e selezione dei candidati alle filiali presenti nelle province centro-meridionali per aumentare il bacino potenziale di candidati e rendere così ancor più efficace il processo di ricerca e selezione. Le aree che interessano la ricerca sono quelle di Perugia, Pescara, Lecce, Bari, Reggio Calabria, Salerno, Napoli, Siracusa, Catania, Cosenza e Potenza.

“Le nostre assistenti familiari vengono assunte, dopo un primo periodo di prova, a tempo indeterminato: questo garantisce loro una sicurezza dal punto di vista previdenziale e contributivo, sollevando la famiglia dal peso della gestione burocratica delle badante e da tutti i rischi connessi all’assunzione in nero, una pratica troppo spesso impiegata da chi pensa di semplificare le cose senza conoscere bene quali generi di rischi questo comporti – spiega Danilo Arcaini, responsabile della Divisione Family Care di Openjobmetis.

I numeri dell’assistenza domiciliare

In meno di due decenni, si registra un aumento di 332mila persone che usufruiscono di assistenza domiciliare in Italia (dal 2,1% della popolazione anziana al 4,3%). Il costante invecchiamento della popolazione e l’evoluzione delle dinamiche familiari, impediscono ai parenti degli anziani di garantire loro un’assistenza adeguata. In risposta a questa nuova esigenza, nasce nel 2014 la divisione Family Care di Openjobmetis che offre ad anziani e disabili un servizio di assistenza affidabile e garantisce ai lavoratori domestici contratti regolari.

I professionisti della divisione Family Care si occuperanno della ricerca e selezione dei badanti. Tra i requisiti fondamentali per la candidatura, una buona conoscenza della lingua italiana, mentre risulta consigliata un’esperienza pregressa nell’assistenza familiare e domiciliare.

Per offrire alle famiglie richiedenti una figura professionale fidata da affiancare a un proprio caro, i selezionatori valuteranno scrupolosamente ogni candidato al quale verrà richiesta la permanenza nelle famiglie di destinazione. Empatia e affidabilità sono soft-skills importanti nel processo di selezione e facilitano l’instaurazione di legami relazionali in nuovi contesti lavorativi.

Per avere maggiori informazioni 

Per inviare la propria candidatura 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.